News

Workshop preview #83

25 Giugno 2019 alle 15:21

Condividi  

Suzana Duclós (Brasil) – Salvatore Pace (Italy)

Workshop – Portughese – Italian – Spanish

“NAVIGHIAMO: Il MARE È UN’INVENZIONE DELLA NOSTRA BARCA”

Il nostro suggerimento, il cui titolo ripropone i versi del poeta argentino-libanese Nemer Ibn al-Barud – versi che, a loro volta, tracciano le linee del nostro portolano – ha come scopo l’apertura di uno spazio fecondo, creativo, poietico, all’interno del soggetto collettivo, ovvero del soggetto/gruppo costituente. Muovendo da questa suggestione poetica e fidandoci dell’invito a navigare per acque umane, fin troppo umane – manifestazioni sensuali e materiali che hanno la consistenza del mondo -, i partecipanti verranno accompagnati a scoprire attraverso il lavoro dell’immaginazione, la singolarità della loro esperienza vivida, sensuale e corporale, nella relazione con se stessi, con l’altro e con la totalità dei mondi attraversati, forse navigati o a stento solcati – nella misura in cui ne siamo stati toccati e da cui siamo stati interrogati.
Il workshop sarà incentrato sulle pratiche corporee e di drammatizzazione che caratterizzano il pensiero e la prassi moreniani. Si farà uso di tutti gli espedienti che il metodo offre, dalle tecniche attive a quelle più strutturate (socio-psico-drammatiche e teatrali), sussidiate anche dal lavoro della riflessione e della significazione mai definitiva.
Metteremo in opera attività giocose che hanno lo scopo di decostruire i nostri ruoli, resi sclerotizzati dagli apparati di cattura delle micropolitiche dominanti, ma anche dai modi passivi con cui ci adattiamo a essi e viviamo le nostre relazioni. Il gioco contribuisce ad allentare le maglie delle nostre difese, ci consente di fidarci e di affidarci non solo al gruppo ma particolarmente alla potenza creativa che emerge dal lavoro d’insieme e che trova forma nell’attività concreta dell’immaginazione, cioè nel lavoro che l’immaginazione stessa compie sulle immagini emergenti, non per essere tradotte in significati, ma perché venga ampliato il senso di cui si fanno latrici, messi in forse i copioni e agevolate le suggestioni, i balbettii delle nuove opzioni con cui giocare la vita e sottrarci alla tirannia della conserva culturale e del già detto.


Who shall survive?
IAGP International Psychodrama Conference 2019

4/9/2019 - 8/9/2019, Iseo (BS) - Italy

Conferenza terminata

5 Giorni

147 Relatori

157 Eventi

360 Posti

Ultime News

Informazioni sulla conferenza

Gentile Partecipante, vogliamo darti alcune informazioni circa la prossima 2nd IAGP Psychodrama Conference e 8th Psychodrama Congress. Alla registrazione ti verrà consegnata una borsa con i materiali della Conference e un badge personalizzato, che ti chiediamo di indossare sempre all’interno dell’istituto. PRE-CONFERENCE Se sei iscritto alla Pre-Conference la tua registrazione avverrà direttamente di fronte alla […]

Workshop preview #107

Fabian Blobel (Germany) – Luigi Dotti (Ita) – Stefan Flegelskamp – (Germany-Swiss) Angela Sordano (Ita) – Rebecca Walters (USA) Symposium – English – Italian “Working with children” (psychotherapy, care and education) “Lavorare con i bambini (psicoterapia, cura ed educazione)” Abstracts Rebecca Walters – USA Sociodrama with Children’s Groups. Sociodrama, like Psychodrama, is a way for […]

Workshop preview #106

Carlos Maria Menegazzo (Argentina) Simposium – Spanish – Italian Partiendo de nuestros tiempos apocalípticos y de revelación, recordemos los finales y principios de milenios de la humanidad. En todos ellos, a pesar de grandes decadencias siempre hubo “sociedad sensible y critica” que fue sembrando renacimiento. Según astrólogos y metafísicos, el próximo renacimiento ocurrirá en el […]