Programma


La ricerca scientifica sulle applicazioni cliniche dello psicodramma (italiano-inglese)

Data: 6 Settembre 2019 dalle 16:30 alle 18:15

Tipologia: Simposium

Relatori: Maria Abate, Loredana Leone, Stefano Pirovano, Silvia Poli


Chairman: Laura Consolati


Laura Abate - Laura Consolati (Italia) - Efficacia della terapia psicodrammatica in pazienti con Disturbi Depressivi Maggiori gravi -

Lo scopo di questo studio è valutare l’efficacia della terapia psicodrammatica in pazienti con MDD grave in comorbidità con Disturbi della Personalità rispetto al trattamento di routine.
E’ stato condotto presso la Casa di Cura Villa Santa Chiara, con sede a Verona (Italia). Ha incluso 30 pazienti depressi unipolari gravi in accordo con i criteri del DSM-IV. Sono stati randomizzati in un gruppo di studio, sottoposto ad una terapia psicodrammatica e in un gruppo di controllo sottoposto al solo protocollo terapeutico di routine. La valutazione clinica è stata effettuata mediante la somministrazione in 3 tempi successivi della Beck Depression Inventory (BDI), della Montgomery-Åsberg Depression Rating Scale (MADRS) e della Zung Self-Rating Anxiety Scale (SAS).
I risultati dello studio indicano la superiorità dell’approccio psicodrammatico rispetto a quello convenzionale per i seguenti motivi: 1. la terapia psicodrammatica causa una significativa riduzione dei punteggi sulle scale della depressione e dell’ansia; 2. il miglioramento è stabile nel tempo e si mantiene anche dopo il termine della terapia rispetto ai pazienti curati con terapia di routine che invece nel tempo peggiorano.

Loredana Leone - Stefano Pirovano (Italia) - È possibile cambiare in età anziana? -

Presentazione di un’esperienza di psicoterapia di gruppo con metodologia psicodrammatica rivolta a pazienti over 65 afferenti al servizio di Psicologia dell’ASST Santi Paolo e Carlo, Milano.
Partendo dall’interrogativo su come l’intervento clinico con pazienti anziani si possa correlare con il tema del cambiamento in una fase di vita avanzata, si intende esplorare l’apporto dello psicodramma ai compiti di sviluppo ed alle tematiche tipiche di questa fase di vita, quali l’isolamento sociale, il lutto, il decadimento fisico, il mutamento dei ruoli sociali.

Silvia Poli (Italia) - La psicoterapia psicodrammatica con il paziente oncologico: il ruolo della semi-realtà -

Poli S.(a), Brusa F. (a), Vegni E. (a,b), Fossati I. (a,b).

a Cattedra Psicologia Clinica, Dipartimento di Scienze della Salute, Università degli Studi di Milano, Milano
b SC Psicologia Clinica, Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze, ASST Santi Paolo e Carlo, Milano

Introduzione. L’intervento psicologico a supporto dei pazienti oncologici è ormai riconosciuto come essenziale, per contenere la sofferenza fisica psicologia e relazionale che insorge, e a volte, persiste al di là dell’efficacia del trattamento. La psicoterapia di gruppo si è dimostrata efficace nel ridurre lo stress psicologico ed il distress associato ai sintomi. Tuttavia solo pochi studi hanno investigato l’approccio psicodrammatico.
Uno studio preliminare ha evidenziato come il tema della morte emerga frequentemente durante sessioni di psicodramma. In particolare, la morte viene osservata nella maggioranza delle sessioni analizzate (89%); Obiettivo. Obiettivo del presente lavoro è analizzare come il tema della morte venga affrontato durante il lavoro in semi-realtà al fine di esplorare le funzioni e le conseguenze che questa tecnica ha sia sul “protagonista attivo” che sugli altri partecipanti al gruppo. Metodo. Nel presente studio, sono state utilizzati i trascritti di sessioni di psicoterapia psicodrammatica di gruppo con frequenza settimanale e durata di un’ora e trenta minuti, offerti presso l’Ospedale San Paolo di Milano. I frammenti in cui era presente la tematica della morte in dimensione di semi-realtà sono stati sottoposti ad un’analisi qualitativa effettuata da due codificatori indipendenti. Risultati. I risultati preliminari suggeriscono che la dimensione di semi-realtà venga utilizzata sia per trattare direttamente il tema della morte sia per elaborare tematiche ad essa correlate. Le caratteristiche proprie della semi-realtà permettono la creazione di momenti trasformativi a livello dell’individuo e nelle dinamiche gruppali.

 

Who shall survive?
IAGP International Psychodrama Conference 2019

4/9/2019 - 8/9/2019, Iseo (BS) - Italy

Conferenza terminata

5 Giorni

147 Relatori

157 Eventi

360 Posti

Ultime News

Informazioni sulla conferenza

Gentile Partecipante, vogliamo darti alcune informazioni circa la prossima 2nd IAGP Psychodrama Conference e 8th Psychodrama Congress. Alla registrazione ti verrà consegnata una borsa con i materiali della Conference e un badge personalizzato, che ti chiediamo di indossare sempre all’interno dell’istituto. PRE-CONFERENCE Se sei iscritto alla Pre-Conference la tua registrazione avverrà direttamente di fronte alla […]

Workshop preview #107

Fabian Blobel (Germany) – Luigi Dotti (Ita) – Stefan Flegelskamp – (Germany-Swiss) Angela Sordano (Ita) – Rebecca Walters (USA) Symposium – English – Italian “Working with children” (psychotherapy, care and education) “Lavorare con i bambini (psicoterapia, cura ed educazione)” Abstracts Rebecca Walters – USA Sociodrama with Children’s Groups. Sociodrama, like Psychodrama, is a way for […]

Workshop preview #106

Carlos Maria Menegazzo (Argentina) Simposium – Spanish – Italian Partiendo de nuestros tiempos apocalípticos y de revelación, recordemos los finales y principios de milenios de la humanidad. En todos ellos, a pesar de grandes decadencias siempre hubo “sociedad sensible y critica” que fue sembrando renacimiento. Según astrólogos y metafísicos, el próximo renacimiento ocurrirá en el […]